Archivio

Xplore Roma 2013

nessuna Festival Xplore nel 2014

Abbiamo 65 visitatori e nessun utente online

Sheila & Frank

sheilafrank

Il suoi Laboratori:

(Cliccate qui, per favore, o scorrete verso il basso)

gb

 

 

 

 

www.play-fighting.com

 

Frank Taherkhani (nato nel 1969) ha studiato filosofia, letteratura tedesca ed economia.
Frank ha praticato varie arti marziali dal 1984 (incl. karate, jiu-jitsu e WingTsun dal 1991).
E ' un insegnante di auto-difesa e gestisce la sua scuola di arti marziali.


Sulla base delle sue esperienze nei settori delle arti marziali e autodifesa e sulla sua passione per il combattimento giocoso, nel 2005, Frank ha iniziato a mostrare alla gente come giocare alla lotta con il proprio partner.

 

Sheila Crux e' nata in un pittoresco villaggio nel cuore dell'Austria.
All'eta' di vent'anni parte alla volta di Vienna dove si tuffa nella metropoli e nelle gioie della poliamoria.

Edonisticamente sfrenata, avventurosa e con una passione per l'intensita', e' una esploratrice instancabile che apprezza i benefici di trovarsi nell'occhio del ciclone.
La capitale austriaca le serve come casa base per molti spostamenti, dalle giungle urbane europee alle recondite aree rurali asiatiche.

Vent'anni di esperienza nell'ambiente BDSM, istruttrice di comunicazione tattile, tiene regolarmente workshops sul controllo e l'incanalazione del respiro e play fight.

Esperta in esplorazione di caverne, kayak e tecniche di soccorso, ama immergersi (in tutti i sensi) nelle cose a capofitto. 


 

 

 

Interrogatorio

Quando giochiamo all'interrogatorio, tutto può girare intorno ad ottenere l'informazione desiderata. Ma, se non andiamo direttamente al "segreto", chi può immaginare quali altre interessanti cose possiamo scoprire invece del "segreto"? Se ci pensate, l'interrogatorio tra partner di gioco consenzienti non deve per forza arrivare ad avere nessuna risposta particolare. E' semplicemente una struttura che ci permette di sperimentare - soprattutto il potere verso l'impotenza. Voler scoprire il segreto è un'idea che dà forma alla struttura, e non un obiettivo che dobbiamo raggiungere.

Quindi, come creiamo uno scenario di interrogatorio? Lo sperimenteremo con diverse ambientazioni. Uno-a-uno, è solo una delle possibilità tra molte; anche le coppie (per esempio poliziotto buono/poliziotto cattivo, interrogatore e assistente) possono fare l'interrogatorio o addirittura un gruppo. Di che cosa si può parlare? Che tipi di domande sono adatte a far sentire qualcuno non a suo agio? Introdurremo delle tecniche per far crescere la pressione o per creare confusione. Aspetti del gioco dell'interrogatorio possono essere: mentire e farla franca, raccontare la verità e non farla franca, capire se una persona sta dicendo la verità - certo, se ci tenete alla verità. Indagheremo anche l'aspetto fisico dello scenario dell'interrogatorio: il linguaggio del corpo, le posizioni del corpo, le espressioni facciali e il contatto fisico.

Per piacere portate una borsa con alcuni effetti personali. No, non ci riferiamo ai toys (giocattoli erotici) - ma portare alcuni toys che si adattino allo scenario dell'interrogatorio, è ben accolto, ovviamente.

 

 

Lotta in acqua/Giocare al combattimento

L'acqua ci invita a giocare, a scherzare, e a sperimentare con i nostri corpi in condizioni significativamente modificate. E siccome questo riguarda anche il gioco del combattimento, le due cose si adattano perfettamente insieme. E quindi, giochiamo al combattimento in acqua, facciamo la lotta in acqua!

Che cos'è il Gioco del combattimento? Il combattimento è energetico, dinamico, onesto, e liberatorio. Il Gioco del combattimento conserva tutto questo, ma senza gli aspetti distruttivi della lotta. Inoltre aggiunge divertimento e gioia. Ci si fa un'idea di che cosa significhi giocare a lotta, se si pensa ai cuccioli che lottano giocosamente. Quindi non si tratta di vincere o perdere, la lotta contro l'altro è amoreggiare, divertirsi a vicenda. Significa ridere molto e può essere meravigliosamente selvaggia. Il Gioco del combattimento è un confronto fisico consensuale che ci permette di sentire il nostro potere e quello del nostro partner, e di sentire come siamo fisici in un modo intenso e unico. Quando lottiamo in acqua, ci rendiamo conto che le condizioni fisiche a cui normalmente ci affidiamo sono drasticamente cambiate. I tre aspetti più importanti sono: assenza di peso, il fatto che non dobbiamo avere paura di farci del male cadendo, e il rallentamento dei nostri movimenti a seguito della resistenza dell'acqua. Molte tattiche che sono state promettenti fuori dell'acqua non funzionano più - almeno non esattamente nello stesso modo. Ma d'altra parte guadagniamo molte nuove possibilità. Quindi si tratta di adattarsi alle nuove condizioni e giocare con loro. Sicurezza e l'acquisizione di familiarità con l'acqua nelle condizioni speciali del wrestling giocoso saranno una questione importante.

Se possibile, si prega di portare un paio di occhialini da nuoto, forse una clip nasale (se siete sensibili a prendere l'acqua nel naso), e / o una maschera subacquea.